Igienizzazione Purifog

 urifog2  

Igienizza batteri, funghi e virus

Purifog® è una innovativa miscela a base di alcool, glicole dipropilenico, acqua e sali quaternari diammonio studiata per essere nebulizzata esclusivamente attraverso i sistemi nebbiogeni brevettati termospray UR FOG.

E' un nebulizzatore ad alto contenuto tecnologico che sanifica l'aria garantendo il massimo livello d'igiene.

La nebbia ottenuta attraverso questo procedimento di nebulizzazione, deterge a fondo ed igienizza tutte le superfici con cui entra in contatto con una efficienza di oltre 1700 volte superiore ad un normale sistema spray.

La dimensione delle goccioline nebulizzate, nell'ordine del micron, permette di raggiungere tutte le possibili fessure, angoli e superfici (anche verticali) con una formidabile azione detergente ed igienizzante

Offre una soluzione di contenimento all’insorgenza di proliferazioni batteriche (come richiesto dal Protocollo del 14-03-20 tra Governo e Parti Sociali).

Lascia un contatto per ricevere informazioni

 

.

Si prega di digitare il nome completo.

Indirizzo email / telefono non valido.

Indirizzo email / telefono non valido.

Valore non valido

Informativa privacy: LEGGI INFORMATIVA

Se non confermate di aver letto informativa non potete essere contattati

Se non autorizzate il trattamento non potete essere contattati

 sanificazione004  

Per la tua azienda igienizzare frequentemente è un obbligo di Legge.

Secondo la normativa vigente “l’azienda deve assicurare la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago. Nel caso di presenza di una persona con COVID-19 all’interno dei locali aziendali, si procede alla pulizia e sanificazione dell’area secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute, nonché alla ventilazione dei locali. Va garantita la pulizia a fine turno e la sanificazione periodica di tastiere, schermi touch, mouse, con adeguati detergenti, sia negli uffici, sia nei reparti produttivi.” Fonte: Ministero della Salute.

 

.